Contattaci

Tieniti
aggiornato...

con le nostre rubriche quindicinali

Sport e inclusione con attività gratuite per giovani dai 14 ai 34 anni.Presentati gli Spazi Civici di Comunità a Vico Equense

Una vera e propria chiamata alla partecipazione sociale, che offrirà la possibilità di effettuare gratuitamente attività sportive ed extrasportive per giovani di Vico Equense dai 14 ai 34 anni. Questa mattina nella Sala delle Colonne dell’Istituto SS. Trinità e Paradiso di Vico Equense è stato presentato il progetto “Spazi Civici di Comunità”.

Sport, salute, recupero sociale, spazi di aggregazione ed inclusione. Lo Spazio Civico di Comunità è uno strumento con cui si fanno attività con l’obiettivo di accogliere giovani, valorizzare le loro risorse, rispondere alla loro esigenze, sostenerli nel loro percorso di realizzazione, rafforzando i valori educativi dello sport, della lealtà e del rispetto reciproco.

“Il Progetto ha preso avvio fin dall’inizio del mese di ottobre e si svilupperà sempre più nelle settimane seguenti – afferma il Presidente della Polisportiva Vico Equense, Antonio Cioffi – Offriremo ai nostri ragazzi un’occasione unica di aggregazione e partecipazione attiva alla vita sociale. L’accordo di Partenariato che abbiamo costituito come rete sul territorio si pone come obiettivo non solo quello di realizzare gli obiettivi del Progetto ma anche l’ambiziosa finalità di creare un rapporto duraturo fra i soggetti coinvolti, per garantire, anche in futuro, analogo sostegno alla comunità realizzando una sorta di laboratori permanenti a favore dei giovani”.

Il progetto, che durerà due anni, sarà aperto a chiunque vorrà iscriversi. A lavorare in sinergia come partner del progetto saranno le seguenti associazioni ed enti istituzionali: ASD Polisportiva Vico Equense, Città di Vico Equense, l’Istituto Alberghiero “F. De Gennaro”, la Parrocchia dei Santi Ciro e Giovanni (Vico Centro), la Parrocchia di San Giovanni Evangelista (Bonea), la Cooperativa Sociale “Il Delfino” e l’Associazione Culturale “Teatro Mio”.

“L’obiettivo – ha dichiarato la coordinatrice regionale Campania Francesca Merenda – è quello di offrire un’opportunità di crescita e di recupero per quei giovani che, ad oggi, non lavorano, non sono in cerca di occupazione e non hanno nemmeno intenzione di formarsi. Il progetto prevede, infatti, il coinvolgimento di figure specialistiche quali psicologi, educatori alimentari e sociologi per favorire il recupero di tutti i soggetti a rischio della cosiddetta vulnerabilità sociale. Ricordo, inoltre, che le attività sono totalmente gratuite”.

Le attività proposte nello Spazio Civico di Vico Equense saranno: pallavolo e pallacanestro presso il Palazzetto Comunale dello Sport, laboratorio di sala e cucina presso l’Istituto Alberghiero, attività ludicoformative presso le Parrocchie Partner, laboratorio artistico organizzato dalla Cooperativa “Il Delfino”, laboratorio teatrale presso l’Associazione “Teatro Mio”. Tutte le attività saranno seguite con attenzione al fine di perseguire anche l’obiettivo di integrazione attraverso specifiche attività (saranno coinvolti anche operatori di sostegno alla disabilità), in modo da accompagnare i giovani a divenire essi stessi protagonisti della gestione dello Spazio Civico.

“Oggi è una giornata straordinaria perché abbiamo dato un esempio chiaro di come sia fondamentale fare rete per ottenere risultati incredibili – ha spiegato il sindaco Peppe Aiello -. Grazie alle associazioni che hanno dato vita a questo progetto, in perfetta sintonia con la politica avviata dalla Città di Vico Equense che ha inteso investire molto sullo sport, non solo come crescita psicofisica dei ragazzi, ma anche dando un valore sociale alla pratica sportiva intesa come recupero dei giovani e inserimento nelle attività sociali”.