IL NUOVO GIORNALE È USCITO

scopri come leggerlo gratis

Edizione N°21 del 22 Ottobre 2020

SCOPRI LE ULTIME NEWS SPORTIVE

CALCIO - MOTOGP - FORMULA 1 - TENNIS

SCOPRI I TESORI DELLE NOSTRE TERRE

arte, cultura & tesori

PREC
SUCC

ANNUNCI

Invia il tuo annuncio in modo totalmente GRATUITO compilando i campi riportati di seguito.

INSERISCI I TUOI ANNUNCI GRATUITI

1Modulo annunci
2Modulo dati anagrafici

ARTICOLI RECENTI

Leggi gli ultimi articoli o annunci aggiunti

SUDARE PER NON DIMAGRIRE

Sudare di più vuol dire dimagrire maggiormente? Il sudore non corrisponde alla quantità di grasso bruciato, ma è semplicemente un meccanismo attraverso cui il nostro organismo regola la temperatura corporea e si “rinfresca”. Una seduta di allenamento ad esempio, ci fa sudare quando determina un aumento della temperatura corporea. Il calore fa aumentare l’afflusso di

Taggato in: , , ,

Ogni anno sotto l’albero troviamo sempre una sorpresa che ci aspetta! A volte è uno, a volte sono due, a volte di più! Non parliamo dei regali, ma dei chili che ogni festa porta con se!Per capire come affrontare dal punto di vista alimentare le festività bisogna distinguere chi segue un piano alimentare e chi

Santa Maria del Principio

Santa Maria del Principio, l’immagine sacra scampata alla furia della lava La chiesa di Santa Maria del Principio (conosciuta anche come Chiesa di Sant’Anna) si trova nei pressi del porto di Torre del Greco. Essa custodisce, incastonata nella roccia lavica, uno straordinario prodigio legato all’eruzione del Vesuvio del 15 giugno 1794. Il 15 giugno 1794,

L’acqua rossa di Stabiae

Il primo riferimento storico ad “un’acqua rossa” ci viene dato da Plinio il Vecchio, quando scrivendo delle “acque medicinales”, nella sua Naturalis Historia, descrive di un’acqua chiamata “dimidia”, perché la sorgente si trovava in posizione intermedia tra due … quella di destra era “Rossa”. A pochi passi dall’Acqua Acidula era situata una delle sorgenti dell’acqua

La vecchia Cristalleria

Nel 1500, la zona attigua all’odierno insediamento dei Cantieri Navali di Castellammare di Stabia non era che una vasta distesa di sabbia con qualche “ricovero” di pescatori, l’unico stabile esistente, tetro e di un unico piano, era utilizzato come ufficio giudiziario. Successivamente fu adoperato come carcere, all’interno dei gendarmi a turno, nei sotterranei, guardavano a

Dieta mediterranea

Erroneamente si pensa che seguire una dieta mediterranea voglia dire organizzare il proprio piano alimentare secondo i seguenti principi : colazione abbondante, pranzo con un primo piatto con verdure o legumi, cena con secondo a base di carne o pesce e spuntini al mattino e al pomeriggio per completare i 5 pasti quotidiani! Lo pensavi

Puntuale, come ogni estate, si ripresenta il problema dell’abbandono degli animali. Si stima che almeno 130.000 cani e gatti abituati ad avere cure, cibo e un tetto, vengano ogni anno “gettati” via senza scrupoli, con un atto vile e crudele che per quasi tutti ne costituisce una condanna a morte. Questa deprecabile condotta è sanzionata

Le antiche porte di Stabia

Le città, sedi naturali dei commerci, nel XIII sec. ripresero quel ruolo di primo piano che avevano avuto nell’antichità, fornendo l’ambiente adatto ad una spontanea espansione delle iniziative produttive, artistiche e culturali. L’effetto più vistoso di questo processo fu l’incremento demografico, grazie ad una migliore nutrizione che fece diminuire la mortalità infantile e accrescere la

Mangiare la pasta fa ingrassare ?

Smontiamo un altro falso mito! Facciamo subito una differenziazione che può sembrare in apparenza banale: La quantità. Ovviamente se mangio 2kg di pane, patate, pasta, riso o altro pseudocereale (miglio, quinoa, amaranto, sorgo, farro etc) con qualsivoglia condimento (verdura, legumi o altri sughi più o meno complessi) sicuramente accumulo del grasso. Meno ovvio è sottolinearvi

Il 27 luglio 1908 fu varato nel Regio Cantiere Navale di Castellammare di Stabia l’incrociatore corazzato S”an Giorgio”, ad assistervi c’è un ragazzo di 10 anni di nome Giovanni, era accompagnato dal padre, un ufficiale del CREM (corpo regi equipaggi marittimi). Giovanni, sul palco, tra la folla, emozionatissimo, con la manina salutò la discesa a

Le Sirene e Punta Campanella

Il legame che unisce le coste della Campania – quelle della penisola sorrentina e della penisola amalfitana – al mito delle sirene, è antico ed indissolubile, tanto che pare che lo stesso termine “Sorrento” derivi dalla parola ‘Sirenide’ per indicare il luogo dove erano solite stazionare le sirene. Le Sirene e Punta Campanella Secondo un’antica

TORNA SU