Contattaci

Tieniti
aggiornato...

con le nostre rubriche quindicinali

Cos’e’ l’indennita’ di frequenza e come ottenerla

L’indennità di frequenza è un sostegno economico erogato dall’INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) a favore dei minori con disabilità che frequentano scuole pubbliche o private, centri di formazione o di riabilitazione. Questo beneficio mira a supportare le famiglie nei costi aggiuntivi legati all’educazione e alla cura dei figli con difficoltà.

Chi può beneficiare dell’indennità di frequenza?

L’indennità di frequenza è rivolta ai minori di 18 anni che si trovano in una delle seguenti condizioni:

  1. Minori con disabilità accertata: Bambini e ragazzi che, a causa di infermità o difetti fisici, mentali o sensoriali, necessitano di un intervento assistenziale continuativo o frequente. La disabilità deve essere riconosciuta da una commissione medica dell’ASL competente.
  2. Minori con difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età: In questo caso, si tratta di bambini con difficoltà che, pur non configurandosi come una disabilità grave, richiedono un’assistenza continua per partecipare alla vita scolastica e sociale.

Condizioni per ottenere l’indennità di frequenza

Per poter accedere all’indennità di frequenza, è necessario soddisfare diverse condizioni, che includono:

  1. Frequenza scolastica o di centri di formazione/riabilitazione: Il minore deve essere regolarmente iscritto e frequentare una scuola pubblica o privata di ogni ordine e grado, oppure un centro specializzato per trattamenti terapeutici o riabilitativi. Questo requisito è fondamentale e deve essere dimostrato attraverso documentazione ufficiale.
  2. Residenza in Italia: Il beneficiario deve essere residente in Italia. In caso di minori stranieri, è necessario il possesso di un regolare permesso di soggiorno.
  3. Non superamento di specifici limiti di reddito: Anche se per l’indennità di frequenza non sono previsti limiti di reddito, la situazione economica della famiglia può influenzare l’erogazione di altri benefici collegati.

Come presentare la domanda

Per richiedere l’indennità di frequenza, la procedura prevede i seguenti passaggi:

  1. Certificato medico introduttivo: Il primo passo è ottenere un certificato medico introduttivo rilasciato da un medico certificatore dell’INPS, che attesti la disabilità del minore.
  2. Presentazione della domanda online: La richiesta deve essere inoltrata telematicamente attraverso il sito dell’INPS, utilizzando le credenziali SPID, CIE o CNS. In alternativa, è possibile rivolgersi a un patronato che provvederà all’invio della domanda.
  3. Visita medica: Il minore sarà convocato per una visita medica presso la commissione medica dell’ASL, che valuterà la documentazione presentata e lo stato di salute del bambino.
  4. Esito della domanda: Se la commissione riconosce la disabilità e la necessità di frequenza scolastica o di un centro di riabilitazione, l’INPS procederà all’erogazione dell’indennità.

L’importo dell’indennità di frequenza viene aggiornato annualmente e per il 2024 è pari a circa 290 euro mensili. L’erogazione è prevista per 12 mensilità all’anno e cessa al compimento del diciottesimo anno di età o nel caso in cui vengano meno i requisiti richiesti.

Potrebbe interessarti ...