Contattaci

La prima Banca Stabiese

Le numerose attività industriali stabiesi dopo l’unificazione della Penisola imposero la presenza di vari istituti di credito come la Banca Nazionale del Regno d’Italia, poi Banca d’Italia, a seguire, il Credito Italiano, la Banca Commerciale Italiana, la Banca Generale della Penisola Sorrentina, la Banca Italiana di Sconto, il Banco Di Napoli, la Banca Stabiese, la […]

La Castellammare del 1933

Oggi facciamo un passo indietro, vi porto nel 1933. Due anni prima a febbraio era stato varato il Vespucci, ancora oggi definito il più bel veliero del mondo. La città contava 43.713 anime ed era capoluogo di provincia, inoltre Sede del Tribunale di corte d’Appello e capoluogo di Mandamento giudiziario. L’amministrazione quell’anno era retta da […]

FONTANA GRANDE

Il geografo arabo Idrisi, o Edrisi (1099- 1154), ebbe l’incarico da Ruggero II, re normanno della Sicilia, alla cui corte era al servizio, di raccogliere tutte le informazioni geografiche note in una rappresentazione accurata del mondo. Per assistere Idrisi nel progetto, fu radunata un’accademia di geografi e studiosi. Furono consultati i libri e le carte […]

L’epidemia di colera del 1866

Nell’Ottocento ogni epidemia in generale, il colera in particolare, ebbe uno sviluppo molto complesso questo anche in considerazione dell’ansia, nell’infuriare epidemico, il voler dimostrare l’efficacia dei provvedimenti messi in opera. Nel 1889 negli annali dell’Istituto d’Igiene sperimentale dell’Università di Roma il prof. Angelo Celli riportava tra gli altri uno studio sulle statistiche epidemiologiche del colera […]

Poema a san Catello

Il nostro santo patrono, san Catello, ha nel tempo ispirato vari autori, più o meno autorevoli, a dedicargli testi, poesie, sermoni, canzoni, inni, finanche un’opera teatrale storica-agiografica, quella di Giuseppe Lauro Aiello: L’ Angelo di Stabia. Non da meno Raffaele Viviani in “Padroni di barche”, l’unica commedia ambientata nella sua città natale, vi inserisce due […]

Satira politica stabiese di ieri

La satira politica, basata su sarcasmo, ironia, trasgressione, dissacrazione e paradosso, sceglie come bersaglio i potenti del momento; anzi più in alto si colloca il destinatario del messaggio satirico, maggiore è l’interesse manifestato dal pubblico. Quella politica, infatti, è di gran lunga il tipo di satira che ha sempre raccolto un maggior interesse e consenso […]

Don Gino Patron un prete d’altri tempi

La sua gioia dinamica e intraprendente, il suo interesse per la gioventù fecero di don Patron un personaggio a cui gli stabiesi dovrebbero erigere un “segno” che lo ricordi ai posteri. Don Gino nacque a Pianiga (Ve) il 19 agosto 1908, la sua vocazione fu quella di seguire don Bosco nella Congregazione Salesiana. Dal piccolo […]

C’erano una volta i melloni di Castellammare

Michele Torcia, segretario del plenipotenziario napoletano in Olanda, nel 1783 scrisse un “Appendice contenente una breve difesa della nostra nazione contro le incolpe attribuitele da alcuni scrittori esteri” in cui attacca le guide di viaggio estere relative a Napoli. Questo uno stralcio in cui “esalta”, oltre le glorie e le bellezze, anche i prodotti della […]

Il Premio di pittura “Castellammare di Stabia”

Nell’ottobre del 1934 si svolse a Castellammare di Stabia il Premio di pittura denominato “Castellammare di Stabia” uno dei primi premi in Italia insieme a quello del “Golfo della Spezia” del 1933 fondato dal poeta futurista Marinetti, con la denominazione di Premio di Pittura del Golfo. Fu ideato da Piero Girace figlio del Barone Francesco […]

L’acqua san Giacomo

L’acqua della Madonna e l’acqua denominata di San Giacomo non erano le sole apprezzate sin dall’antichità per la freschezza e la leggerezza. A Quisisana ve n’era anche un’altra. Era chiamata acqua di san Bartolomeo e proveniva da monte Coppola. Il re la fece canalizzare per approvvigionare il Palazzo reale, una sua ramificazione fu “accordata” al […]